SCUOLA TIANDIHE

Arti Marziali, Musica e Meditazione

Site logo

Unione di cielo e terra




Sep 2017
Jun 2017
May 2017
Apr 2017
Feb 2017
Jan 2017
Dec 2016
Nov 2016
Oct 2016
Aug 2016
Apr 2016
Mar 2016
Feb 2016
Dec 2015
Oct 2015
Jul 2015
Jun 2015
May 2015
Apr 2015
Dec 2014
Nov 2014
Oct 2014
Jul 2014
Jun 2014
May 2014
Apr 2014
Jan 2014
Sep 2013
May 2013
Dec 2012
Feb 2012
Jul 2011

Cose interessanti sul cervello umano

Al momento cose interessanti, dal punto di vista neurologico, sono che le componenti responsabili della coscienza risiedono in piccole aree del cervello in cui non ci si aspettava di trovarle. La parti frontali del cervello, quelle di cui si pensava fossero fondamentali per la funzione cognitiva possono in realtà essere scisse, come nel caso dell’asportazione di un tumore, senza produrre un grosso impatto sull’esperienza cosciente. Pazienti che hanno subito questo tipo di intervento passano per persone “normali” anche se spesso mostrano comportamenti infantili, mancanza di inibizioni e bisogno di fare battute. Al contrario le aree del cervello fondamentali per la coscienza sembrano concentrate in una ristretta zona nella parte posteriore della neocorteccia. La stimolazione elettrica di queste aree impedisce per esempio il riconoscimento dei volti, anche famigliari, o induce la percezione di volti immaginari.
Questo per quanto riguarda le recenti scoperte. Interessante anche la teoria dei “tre cervelli” proposta da Paul McLean negli anni cinquanta e oramai ampiamente confermata.
Una efficace esposizione sullo stato dell’arte delle nostre conoscenze sul cervello e sulle componenti responsabili della coscienza si trovano in: The Neural Correlates of Consciousness: Progress and Problems. Koch Christof. Sempre dello stesso autore l’articolo su Le Scienze: L’Impronta della coscienza, Giugno 2017.
Dante Basili
blog comments powered by Disqus