SCUOLA TIANDIHE

Arti Marziali, Musica e Meditazione

YUAN QI E LONGEVITA'


DOMANDE E RISPOSTE Yuan Qi e Longevità

A proposito dello straordinario video del maestro Wang Haoda l'amico Jose domanda:

Q: A great master indeed! What I don't understand is why, with a so profound internal work, he died with cancer at 75 years old!
IT: Davvero un grande maestro! Quello che non capisco è perché, con un lavoro interno così profondo, sia morto di cancro a 75 anni!

A: True Jose! It could be said that without his great internal work he would have died much sooner. Not everyone is born with an extraordinary Yuan Qi, like an oak, there are people who, despite leading an unruly life full of vices, live many years. Others, instead, who are born with a fragile Yuan Qi like a dry twig, can still optimize their lives thanks to the practice. And they can also witness wonderful things.
IT: Vero Jose! Si potrebbe dire che senza il suo grande lavoro interno sarebbe morto molto prima. Non tutti nascono con uno Yuan Qi straordinario, come una quercia, ci sono persone infatti che pur facendo una vita sregolata e piena di vizi vivono molti anni. Altre invece che nascono con uno Yuan Qi fragile come un ramoscello secco, possono comunque ottimizzare la propria vita grazie alla pratica. E possono anche testimoniare cose meravigliose.
Comments

Agitazione e quiete


In che modo posso diventare una persona meno nervosa e più calma?


main-thumb-315458153-50-vaxyqvcoffvpqnkowwvukdstcwmhhujw
Dante Basili, Istruttore di Arti marziali, musicista e saggista.
Ha risposto il 13 di marzo


Qual’è la causa del “nervosismo” e cosa si intende per “calma”?
Comunque alcune indicazioni generali:
Anzitutto cercare un buon rapporto fra corpo e ambiente.
La maggior parte delle persone che si sentono nervose hanno uno squilibrio fra attività fisica ed attività psichica. Generalmente siamo nervosi perché mentalmente od emotivamente stressati. Il nervosismo dovuto invece a troppa attività fisica si cura semplicemente con il riposo.
Ecco quindi l’importanza di una sana attività fisica per equilibrare l’eccesso di attività psichica. In primis viene il rapporto con l’ambiente: abitiamo da 200.000 anni questo organismo, come Homo Sapiens, ma da solo 10.000 viviamo in quei bozzoli che chiamiamo città.
Appena possibile torniamo a casa, alla Madre che abbiamo lasciato.
Camminiamo nei boschi, camminiamo nei parchi, camminiamo sul lungomare e se non è possibile camminiamo almeno attorno a casa o attorno al quartiere. Camminiamo con regolarità ed ogni volta che ne abbiamo occasione ed in tutte le stagioni. Siamo organismi nati per camminare. Abbiamo colonizzato l’intero pianeta camminando. Tanto del nervosismo percepito è a causa del mismatch, del “disaccoppiamento” fra l’organismo fisico e l’ambiente in cui si è evoluto. Riappropriamoci, con il cammino, di questo rapporto.
Come seconda risorsa, per ritrovare questo equilibrio abbiamo le innumerevoli attività di palestra, senza però, vista la natura della domanda, cadere nell’eccesso: ideali sono le attività dolci come il Qigong, il Taiji Quan (porto l’acqua al mio mulino) lo Yoga, le meditazione dinamiche, le arti marziali interne e gli innumerevoli metodi e approcci non aggressivi creati negli ultimi decenni. Non ultima la danza, nelle sue versioni meno impegnative.
Sono solo indicazioni di massima e generiche, ad esempio per il nervosismo dovuto a conflitti affettivi potrebbe essere di primaria importanza consultarsi con una figura professionale piuttosto che andare in palestra od in pellegrinaggio, o meglio ancora cambiare vita.
Come dicono i versi di una canzone: “… e non bastano tranquillanti o terapie, ci vuole un’altra vita!”
La terza indicazione, forse la più importante, è cercare una “motivazione positiva” per coltivare la calma. Non basta affermare che il nervosismo fa male e quindi non si vuole essere nervosi. E’ un atteggiamento fallimentare, così come sono fallimentari le terribili immagini ed i moniti che accompagnano tutti i pacchetti di sigarette: sono di scarso aiuto per smettere di fumare! Siamo una specie neotenica, che ama il gioco, la scoperta, la sfida , l’ingegno. Per essere efficaci nel realizzare un proposito bisogna trovarvi una motivazione divertente. Un’amica, medico e grande camminatrice, smise completamente di fumare per il piacere di fare più chilometri senza avere il fiatone: che le sigarette facessero male lo sapeva già, ma non bastava per smettere.
Quindi, per quale bellissimo motivo vogliamo coltivare la calma?
Per approfondimenti sul Mismatch:
La storia del corpo umano - Codice Edizioni di Daniel E. Lieberman.
Sulla Neotenia la risposta su Quora
Risposta di Dante Basili a Che cos'è la Neotenia?

main-qimg-8e5f30d44c93ba7f294649ad20ccc454-c
Nella pratica del Qigong e della Meditazione si consiglia di tenere la punta della lingua appoggiata al palato ed i denti non serrati, come se vi fosse fra di loro un chicco di riso. Questo favorisce la formazione di un leggero e dolce sorriso, che illumina l’intero corpo, come la fiamma di una candela che dall’interno diffonde calma e pace.
Comments