SCUOLA TIANDIHE

Arti Marziali, Musica e Meditazione

Il Maestro Yuan Zumou


Zumou e Stefano

Il maestro Yuan Zumou non è solo un esperto di Arti Marziali tradizionali cinesi come ve ne sono molti, ma è una persona che ha un sogno, un obiettivo che neppure il suo stesso maestro, un personaggio leggendario con cui ho avuto il privilegio di studiare, si era mai posto.
Il Maestro Zumou sostiene che le Arti Marziali possono dare un contributo, concreto e attuale, per migliorare il mondo in cui viviamo e per questo ha creato il “Progetto Shoubo”. Lo Shoubo è un approccio armonioso al combattimento, con uno spirito non violento, nella ricerca sia dell’efficacia che della bellezza.

Se un vecchio praticante ritrova nello Shoubo i segreti e le applicazioni marziali del proprio stile, il ragazzo ed il bambino vi trovano la possibilità di “incontrare” sia gli altri che le proprie emozioni, anche negative, con le possibilità e gli strumenti per trasformarle.
Il concetto che ha quest’uomo di sport è molto nobile, qualcosa di lontano a quello che è diventato oggi lo sport in occidente, ma molto simile al nostro vecchio concetto di cavalleria: le abilità personali al servizio degli altri e non come mezzo di sopruso.
Questo è lo Shoubo e se con le parole non è sempre facile capirsi e invece molto facile capirsi praticando insieme: il Maestro sarà in Italia dal 6 al 12 luglio a Riolo Terme in occasione dell’ 11° Incontro Internazionale di Arti Marziali Cinesi.
Vi invito, qualsiasi sia lo stile di arti marziali che praticate, o anche se siete principianti assoluti, a conoscere di persona l’approccio dello Shoubo.
Il Maestro non è più in ragazzo e, si dice, che la frutta raccolta direttamente dall’albero sia molto buona Happy

Dante Basili
Comments

Forti e Asciutti



3-8 AGOSTO 2015 Luino VA

Guan yu

Strategie di vita e di sopravvivenza: una settimana di vita insieme con Delio, Dante e Luca.

“Alle anime piace essere umide, ma la loro vera natura trova compimento nell’essere asciutte”
Eraclito

Programma:

IL CAVALLO E LE ARTI MARZIALI
Quanto le arti marziali devono le loro tecniche al cavallo ed ai cavalieri e quanto, ancora oggi, questo rapporto è importante nella pratica e nella vita quotidiana. Con Delio Murru.

SHIATSU E KUATSU DI EMERGENZA
Dai più comuni disturbi alle tecniche “salva vita”, conoscerle può fare la differenza, come è già accaduto ad alcuni di noi, e sentiamo il “dovere etico” di insegnarle e tenerle allenate. Con Luca Michelacci.

CHI SIAMO? DOVE ANDIAMO? Cosa è necessario sapere da un punto di vista biologico ed ambientale. Una visione chiara e “asciutta” sulla nostra origine, sulle nostre tendenze, sulle possibili strade da percorrere.
Con Dante Basili.

Si pernotta nella palestra di Delio (con stuoine e sacco a pelo) o in agriturismi della zona. Pranzo e cena da organizzare di volta in volta a seconda del luogo e delle attività.
Comments

Moxa, tecniche e trattamenti


SABATO 18 OTTOBRE 2014, PRESSO LA SEDE DI PIANDISPINO

Moxa indiretta con sigaro
moxa indiretta con sigaro

Il termine cinese che in occidente traduciamo come "agopuntura" è in realtà Zhen Jiu 针灸 che letteralmente significa "aghi e moxa". Ciò significa che la tecnica degli aghi, anche se è la più famosa, è solo una delle tecniche della medicina tradizionale e che la moxa, il trattamento dei punti con il calore, ha altrettanta dignità. Inoltre un proverbio dice: "metà del cielo sono aghi, l'altra metà è la moxa" e significa che vi sono squilibri che reagiscono molto bene agli aghi, mentre altri reagiscono bene alla moxa. Il clima del nord e centro Italia, in particolare, per diversi mesi dell'anno freddo-umido, favorisce l'utilizzo della moxa. Il vantaggio della moxa sta nell'essere di facile apprendimento e non necessita una competenza medica, la tecnica indiretta può essere praticata anche da un bambino e può essere di grande aiuto in un contesto familiare.
Personalmente, insieme all'uso delle erbe spontanee del proprio territorio, consiglio a tutti una conoscenza di base di questa meravigliosa e benefica procedura. La Moxa è un grande dono degli Antichi, che un tempo non era solo di uso esclusivo della cultura cinese: per avere una maggior autonomia e libertà di scelta nei confronti del proprio "equilibrio".
Dante Basili

Moxa diretta con zenzero
moxa diretta con fettina di zenzero

Programma del seminario: tecniche di base della moxa diretta ed indiretta, esposizione delle tecniche alternative, nozioni sulla preparazione casalinga della lana di moxa, trattamento dei disturbi e squilibri più comuni.

Inizio ore 9 conclusione ore 12,30 presso la sede Tiandihe di Piandispino.
(Al termine è possibile pranzare presso il locale circolo, una occasione anche per parlare in maniera informale di questo aspetto dell MTC)

Per ulteriori info:
Luca Michelacci cel 3333635030
Dante Basili fisso 0543497100


Pagina dedicata all'artemisia
Tutte le date dei seminari

Comments

SOPRAVVIVENZA: I nodi che servono!

SOPRAVVIVENZA
I nodi che servono!

Una giornata ad avvolgere ed intrecciare
meravigliandosi di questa antica ed utile manualità.

Nodi fuggiasco manetta

“Non fate mai lunghi viaggi senza avere una corda! E che sia una corda lunga e resistente e leggera, come queste; possono servire in molte occasioni”.


(La compagnia dell’Anello)

I nodi possibili, nei vari utilizzi e professioni, sono diverse migliaia, ma quelli fondamentali in un contesto di sopravvivenza sono solo quattro! Questi quattro nodi hanno molte varianti, e sono così importanti che possono essere eseguiti partendo da strade diverse, ad esempio il nodo shuag daojie (letteralmente “nodo doppia sacca” conosciuto in occidente come nodo parlato o nodo del barcaiolo) ha sette modi base di essere confezionato compreso uno specifico delle arti marziali.
I nodi di “sopravvivenza” hanno importanti caratteristiche: essere affidabili, poter essere fatti ad occhi chiusi od in condizioni disagevoli, poter essere sciolti con facilità e, infine, di non rovinare (incattivire) la corda che deve successivamente essere riutilizzata. I nodi “utili” invece non hanno tutte queste caratteristiche, ma sono utilizzati in strutture permanenti come scalette, costruzione di capanne, ornamenti, reti e tessuti.
In questo seminario dedicheremo l’intera giornata alla ripetizione dei “gesti essenziali” dei quattro nodi più importanti in modo che diventino istintivi e “senza pensiero”. Lo faremo in maniera divertente ed anche ad occhi chiusi, apprezzando l’effetto terapeutico e rasserenante di questa millenaria pratica manuale ( utilizzata con successo come terapia post-ictus). Nel resto della giornata studieremo anche diversi nodi utili nelle più svariate attività ed anche nodi caratteristici delle arti marziali come il nodo manetta (in alto nella foto) ed il nodo del fuggiasco (in basso nella foto).
L’unica cosa necessaria per partecipare è procurarsi due metri di corda (7mm circa di spessore) e tanta buona volontà.
Programma: Ore 9,30 inizio seminario presso la sede Tiandihe di Piandispino FC. ore 12,30 pranzo (portare qualcosa da condividere) Ore 15 seconda parte seminario. Ore 17 conclusione.
Ulteriori info sull'arte dei nodi

Comments

Stefano e Zumou

MELEGNANO 2012


L'incontro di Melegnano è stato un evento bellissimo!

Da tempo si respira nell'aria che, finalmente, il lavoro ventennale del M° Yuan Zumou e del M° Stedano Danesi in Italia, sta raccogliendo i suo frutti, e questo incontro nazionale ne è la conferma! Finalmente anche gli atleti italiani non sfigurano più nei confronti degli atleti oltralpe, siamo decisamente "maturati" e pronti per fare dei buoni Mondiali, previsti a Parigi per il prossimo anno.
Lo Shoubo è interessantissimo per tutti i praticanti di stili tradizionali perchè permette di applicare tecniche che normalmente non sono applicabili con i guantoni e sul  ring e, personalmente, ho fatto diventare questo programma il "combattimento" a mano nuda di tutti gli stili che insegno, dal Long Xing Quan al Tang Lang Quan, Dal Taiji al Bagua... certo nei combattimenti di palestra non si pretende la conoscenza di tutti i 36 principi dello shoubo, ma ci si concentra su quelli presenti nel proprio stile, e ci si confronta, costruttivamente con gli altri, anche di stili diversi. Questo permette non solo uno studio del combattimento, efficace e divertente, ma anche, per i  più giovani e motivati, di poter confrontarsi in gare ed aventi sia a livello nazionale che internazionale.

Nel Kungfu-Wushu tradizionale questo mancava.
Quando si ha un grande risultato è bello celebrare, ma chi era presente nel progetto, come il sottoscritto, anche molti anni fa, sa quanto tutto ciò è costato in energia, impegno e costanza!
Grazie M°Zumou e grazie M° Stefano per averci creduto... per tutto questo tempo Happy

Lo Shoubo, con i suoi tre livelli di pratica permette un approccio al combattimento molto vario, dalla corta alla lunga distanza, dalle prese al vestito, alle prese al corpo ed alle tecniche di calcio e pugno... il M° Zunou alla fine dell'Incontro Nazionale ha constatato l'abilità degli atleti nel primo e terzo livello a scapito invece del secondo livello (con prese al vestito). A mio avviso ciò dipende dal fatto che la maggior parte dei praticanti di Shoubo proviene da arti marziali interne come il Taiji o che fanno largo uso di calci e pugni come nella maggior parte degli stili esterni di Kungfu e che quindi sono poco avvezzi all'uso sofisticato della veste, comune nello Shuai Jiao, nel judo e nel Ju jitsu... vedremo di migliorare anche sotto questo aspetto, visto lo spirito di completezza di questa arte e visto che, anche come difesa personale, nella vita quotidiana siamo quasi sempre "vestiti" ed è un peccato non "gestire" questo importante aspetto marziale e tecnico.

In questo video ho raccolto le tecniche più interessanti dell'Incontro Nazionale, sia nel primo livello (senza prese) che nel secondo (con prese) e nel terzo (con prese, calci e pugni) :
http://youtu.be/3pSFr6K6HNY

Ed in questo video i momenti della spegazione del maestro sel seminario del giorno precedente l'incontro... un documento importante:
http://youtu.be/bnSqByRdcZw


Un abbraccio a tutti, Palmo e Pugno ed a presto Happy

Dante Basili

Shoubo-Melegnano

Comments

Terzo Incontro Nazionale di Shoubo 2012

TERZO INCONTRO DI SHOUBO LODI
Un evento bellissimo con più di ottanta partecipanti nei due giorni... e con un intenso agonismo, nella gara di domenica, ma sempre con il sorriso... il nostro Nicola Barzagli è riuscito addirittura a sculacciare (davvero) quel "sasso" di Luca di Trento nel mezzo di un combattimento in cui avranno perso non so quanti chiliHappy E' questo, lo spirito che vuole il Maestro nel combattimento: dare tutto se stessi, addattarsi, usare la morbidezza e la forza,cambiare e vincere, ma senza brutalità... per questa l'umanità fa già abbastanza guerre Happy Molto bravi anche i ragazzi di Lodi, Crema e Bertonico, alcuni alla loro prima esperienza, ma con una grande pulizia tecnica. Come a detto il M° Zumou sono molte le cose da migliorare, soprattutto nel secondo e terzo livello, ma siamo sulla strada. Un grazie a tutti, ai ragazzi ed ai maestri e colleghi, per la bellissima giornata passata insiemeHappy
Dante Basili
Comments