SCUOLA TIANDIHE

Arti Marziali, Musica e Meditazione

Sciabola Taiji 13 Forme




Amo la sciabola Taiji 13 Forme dello stile Yang. È semplice, essenziale e con caratteristiche uniche.
Essendo l'impugnatura di questa sciabola di foggia antica, ho colto l'occasione per parlare della Double Dragon Sui Dao, una ricostruzione di una sciabola di 1400 anni fa. Mi rispecchio in questa Sui Dao: sono occidentale, ma ho dedicato la mia vita alla cultura orientale, come questa sciabola che è sia orientale che occidentale. Al minuto 00:50 mia figlia, che ha diciotto anni, nella sua camera canta "I don't want to set the world on fire" una canzone degli anni 40.
La buona musica passa attraverso i muri e attraverso il tempo, come il buon insegnamento.

Comments

Il Gioco dell'Esistenza

Il gioco dell'esistenza

Amo tradurlo con:
"Maestro, qual'è il significato del gioco dell'esistenza?
In un gioco, se non giochi, non ti diverti!"
Ma probabilmente sarebbe più corretto tradurlo con:
Oh saggio signore, qual'è il significato del gioco dell'esistenza?
Se giochi senza giocare, sei fregato!
In ogni caso, che cosa ci diverte veramente?
Può essere una domanda non banale perché se escludiamo il divertimento per "reazione" a qualcos'altro sembra rimanere ben poco. Eppure in questo poco può esserci l'unicità che ci caratterizza. Neppure due fratelli gemelli hanno le stesse impronte digitali. Questo gioco "unico" realizza ed appaga profondamente.
Che cosa ci diverte veramente?

Comments

YUAN QI E LONGEVITA'


DOMANDE E RISPOSTE Yuan Qi e Longevità

A proposito dello straordinario video del maestro Wang Haoda l'amico Jose domanda:

Q: A great master indeed! What I don't understand is why, with a so profound internal work, he died with cancer at 75 years old!
IT: Davvero un grande maestro! Quello che non capisco è perché, con un lavoro interno così profondo, sia morto di cancro a 75 anni!

A: True Jose! It could be said that without his great internal work he would have died much sooner. Not everyone is born with an extraordinary Yuan Qi, like an oak, there are people who, despite leading an unruly life full of vices, live many years. Others, instead, who are born with a fragile Yuan Qi like a dry twig, can still optimize their lives thanks to the practice. And they can also witness wonderful things.
IT: Vero Jose! Si potrebbe dire che senza il suo grande lavoro interno sarebbe morto molto prima. Non tutti nascono con uno Yuan Qi straordinario, come una quercia, ci sono persone infatti che pur facendo una vita sregolata e piena di vizi vivono molti anni. Altre invece che nascono con uno Yuan Qi fragile come un ramoscello secco, possono comunque ottimizzare la propria vita grazie alla pratica. E possono anche testimoniare cose meravigliose.
Comments

I DRAGHI ED IL SEME

Draghi e Seme

I DRAGHI ED IL SEME

Dian
Lampo

Tu
che straordinariamente
illumini
in un istante
il notturno cielo
e nel diurno
nitido ti stagli,
come fulgido braccio
verso la Terra proteso.

Tu
che improvvisamente
squarci
nella mente
il velo della miope ragione
lasciando spazio,
per un istante,
all'ampio e agognato
Sguardo dell'intuizione.

COMMENTO:
Il carattere Dian
è composto sopra da Pioggia e sotto da Saetta di Luce. Il Lampo è quella scarica elettrica che nasce in concomitanza di un temporale. Nel mondo antico l’unica elettricità conosciuta era quella per “sfregamento”, strofinando l’ambra, una resina fossile, con certi tessuti si ottenevano piccole scintille. Nel Cielo i lampi si credeva fossero generati dal combattimento di Draghi fra le nuvole e in quanto generata da Draghi l’elettricità era vista come qualcosa di magico, di Divino. Oggi tutte le innumerevoli parole collegate all’elettricità, dalle telecomunicazioni al frigorifero, dal computer al ventilatore hanno al loro interno la parola Dian Lampo - Elettricità. Una vera e propria magia del mondo moderno. Spesso quando cerchiamo da lungo tempo di risolvere un problema la soluzione arriva improvvisa, come un lampo, proprio nel momento in cui ci rilassiamo, come un fulmine a ciel sereno. Anche quando la soluzione arriva in sogno ha la caratteristica di essere illuminante, immediata e onnicomprensiva. Nelle diverse scuole di Buddhismo Zen si è a lungo discusso se l’Illuminazione è qualcosa di spontaneo o se invece si coltiva con impegno e costanza in lunghi anni. Probabilmente la risposta è quella del Seme: il momento della germinazione in cui si rompe la cuticola esterna è immediato come un lampo, ma il seminatore e la buona terra prima e lo sviluppo delle radici dopo, consentono alla pianta di giungere a piena fioritura.
(Nell'immagine Dian in carattere arcaico dove si possono intuire i draghi-saette che vorticano nella la pioggia)

CARATTERI CINESI Min Hualin
POESIA Marina Coppa
COMMENTO Dante Basili
Comments

ZUMOU capodanno 2021

Zumou capodanno

Cari amanti delle arti marziali, cari amici,
Il nuovo anno lunare del Bufalo arriverà venerdì 12 febbraio 2021. Il Bufalo simboleggia forza e potenza, duro lavoro, lealtà. L ' assiduità del Bufalo porta ricchezza.
Prima di tutto, vi auguro il meglio per l'Anno del Bufalo!
Se l'epidemia di Covid-19 ha provocato gravi disastri per l'umanità, pulisce anche il cuore delle persone e accelera il processo di evoluzione della civiltà umana. Le persone passeranno dal saccheggio sfrenato e dalla competizione crudele, ad una civiltà ecologica che rispetta la natura e vive in armonia.
Laozi nel Daodejing cap 58 dice:
禍兮福之所倚 chiaramente enunciava la via celeste del ′′pericolo′′ e dell'opportunità′′ il che significa che le cose cattive porteranno a cose buone...
M° Yuan Zumou

Il Maestro che ha da poco compiuto 81 anni ha scelto parole importanti per il Capodanno Cinese.
禍兮福之所倚 "La Felicità può nascere dalla Disgrazia" oppure "Dalla Calamità può nascere la Benedizione" Daodejing cap 58. Poiché il carattere Fu Felicità si può tradurre anche come Favore Celeste, Prosperità, Benedizione, Offerta alla Divinità... le parole del Maestro Yuan Zumou che le persone "passeranno dal saccheggio sfrenato e dalla competizione crudele, ad una civiltà ecologica che rispetta la natura e vive in armonia" sono un invito ad una umanità che finalmente offre le proprie energie a valori spirituali. Un bellissimo augurio. Grazie!
Dante Basili


Comments

Shen LO SPIRITO

Shen

SHEN SPIRITO

Eternità in un lampo.
Pura Essenza concentrata.
Forza ampia e dilatata.

Significato
significante.

Armonioso Vento
che della divina Realtà
porti l'intento.


COMMENTO:
Il carattere Shen
Spirito è composto a sinistra da Shi (nella sua forma semplificata) che significa Altare, ma anche Esprimere, Mostrare ed a destra da Shen, Fulmine, che ne dà anche la fonetica. Lo Spirito, che si manifesta in maniera improvvisa, come un lampo.
Lo Spirito è Dio, la Divinità e nell’essere umano questa divinità si manifesta nei sentimenti e nelle espressioni del viso, in particolare negli occhi. Gli occhi sono la luce dello spirito.
Sentimenti ed emozioni sono molto rapidi nel loro mutare, proprio come in natura è rapida la folgore od una folata di vento. Fra i ritmi lentissimi o velocissimi dell’universo lo Spirito è istantaneo!
Pur sembrando inafferrabile ed impalpabile in realtà lo spirito è in ogni cosa. Anche ciò che consideriamo solido e materiale non è altro che una “condensazione” dello Spirito stesso, solo un suo vibrare più lento.
È come se il mistero ed il miracolo dell’Esistenza fosse sempre presente, in ogni momento, un Altare Lampeggiante, ma l’essere umano è come una stanza chiusa e ricolma di oggetti che non ha spazio per farLo entrare.
“La Verità sempre d’innanzi, ma gli occhi persi in altri orizzonti” dicono le parole di una canzone.
Per questo tradizioni come quella Buddhista e Taoista ci invitano ad aprire gli occhi e ad incamminarci nella gioia dello Spirito.
(nell'immagine il carattere Shen su Bronzo)
Caratteri Cinesi: Min Hua Lin
Poesia: Marina Coppa
Commento: Dante Basili
Comments

SINDROME DI KEPLERO

Video molto frainteso, a cui tengo molto, bisogna avere la pazienza di ascoltarlo fino alla fine.
Un Piacere ed un onore l’amicizia di Francesco Cavalli Sforza Happy

SINDROME DI KEPLERO
A parte il recente romanzo-triller così intitolato, la Sindrome di Keplero si può riferire al senso di angoscia, confusione e spiazzamento che si prova quando alcune certezze vengono minate alle fondamenta, sostituite da un senso di vastità, semplicità o grandezza, difficili da accettare.
Fa riferimento alla difficoltà che incontrò l’astronomo Keplero nel dimostrare il fatto che la Terra fosse solo un pianeta orbitante attorno al Sole e non il centro dell’Universo. Per la maggioranza dei suoi contemporanei questo era qualcosa di inaccettabile e fonte di angoscia. E’ anche il caso del mito della “pelle bianca” che, per secoli, ha sostenuto il paradigma della “supremazia della Razza Bianca”. La scienza, quella vera, ha demolito da tempo questo mito: le differenze fenotipiche di Homo sapiens sono solo un recentissimo (su scala evolutiva) adattamento ad alimentazione ed ambiente. Con buona pace di chi, ancora oggi, prova rabbia o angoscia per queste scoperte. Dalle malattie semplicemente ci si cura, dal sogno ci si sveglia.



Comments

LEOPARDI Dialogo di un Folletto

Leopardi dialogo folletto
Comments

Chiodi e Coronavirus


Chiodi e coronavirus

CHIODI E CORONAVIRUS
“Se il solo strumento che possediamo è un martello, vedremo in ogni problema un chiodo”
E poiché ora vi possono essere molti problemi comincia la caccia all’informazione per risolverli. Ma il martello che è dentro di noi ha già fatto la sua scelta su quali informazioni trovare.
Il martello dentro di noi non è mosso dalla razionalità. Il martello dentro di noi è alla disperata ricerca di chiodi. Il martello dentro di noi ha bisogno si sentirsi efficiente, preparato, capace di discernere. Ma soltanto all’interno di una vasta gamma di chiodi. Personalmente, in questo momento storico, trovo interessanti i chiodi del complotto e della vista d’insieme. I chiodi del complotto si basano sul fatto che a “pensare male si fa peccato, ma ci si prende sempre” sono chiodi che fanno leva sui meccanismi del potere, sul realismo storico ed economico: i pochi potenti che controllano i molti tenuti all’oscuro. Sono chiodi antichissimi e viscerali, molto comuni alle culture “rettilinee” che hanno il pregio di de-responsabilizzare l’individuo: la colpa è di “altro” che noi, basta svegliarsi, informarsi, ed impedire al male di fare il suo sporco gioco a nostre spese. Con questi chiodi non cambio nulla della mia vita quotidiana perché sono altri il problema. Il loro Archetipo è la Furbizia. I chiodi della vista d’insieme si basano sul fatto che siamo biologicamente tutti interconnessi, una vera e propria rete, non solo fra umani, ma anche con gli altri animali, vegetali e realtà geografica: noi siamo parte del sistema e ciò che facciamo al sistema lo facciamo anche a noi stessi. Sono chiodi antichissimi ed intuitivi, molto comuni nelle culture “circolari” che hanno il pregio di responsabilizzare l’individuo: anche io sono parte del problema, basta svegliarsi, informarsi, e comprendere che anche chi è in malafede è una goccia mossa dalle stesse onde che muovono me. Con questi chiodi sono stimolato a cambiare le piccole azioni della mia vita quotidiana poiché inevitabilmente interferiscono con il tutto. Il loro Archetipo è l’Umiltà. Personalmente cerco di armonizzare i chiodi della Furbizia con quelli dell’Umiltà. Buon Martello a tutti
1f642Happy
“if the only tool you have is a hammer, to treat everything as if it were a nail”
(Abraham Maslow, The Psychology of Science: A Reconnaissance, 1966, cap. 2)
Comments

IL SILENZIO TONANTE


"vedere il Sole anche se ci sono le nuvole, vedere l'erba verde anche se c'è la neve" può essere prezioso nei tempi difficili. Buon Silenzio Tonante a tutti.


Comments

VIRUS E GUERRA




NON E’ UNA GUERRAvirus guerra
Innumerevoli e capillari le espressioni di guerra in questi giorni, addirittura anche un videogioco! Il virus non ci odia, come “entità biologica parassita” non sa neppure della nostra esistenza. Dirigere i pensieri verso l’odio ed il conflitto è invece una scelta umana importante. Che non aiuta né i rapporti fra le persone, né chi in questo momento è, guarda caso, “in battaglia” con il male.
Le parole hanno un grande potere e sono l’impalcatura, il telaio, dei nostri pensieri e delle nostre emozioni. Il primo capitolo del Dao De Jing dice che
有名万物之母 “Con un Nome è la Madre dei diecimila esseri”. Ma è importante che sia il “vero” nome. Da una bugia derivano solo bugie, anche pericolose. Dare un Nome, definire chiaramente qualcosa è anche il primo passo per comprenderlo.
Quello che stiamo vivendo può avere tanti nomi: emergenza, tragedia, tempesta, Koyaanisqatsi (un modo insostenibile di vivere, in lingua Hopi).
Ma non è una guerra.
Vivere quello che stiamo vivendo come “guerra” è una facile scappatoia: in guerra basta vincere, eliminato il nemico torna tutto come prima. Esaminare invece un modo insostenibile di vivere e trovare adeguate soluzioni richiede molto di più. Richiede un mondo nuovo.
Dante (Santone di Quartiere, vivente)
“trattare una malattia come fosse una guerra ci rende ubbidienti, docili e, in prospettiva, vittime designate”
Susan Sontag (Filosofa e Storica 1933 - 2004)
Comments

SE NON POSSIAMO

If you can't go

SE NON POSSIAMO ANDARE FUORI
ANDIAMO DENTRO
Apro a caso in Daodejing e arriva il capitolo 47!
Lo trovo molto indicato in questo momento di “contenimento”. E trovo che la frase “se non possiamo andare fuori andiamo dentro” riassuma ulteriormente la sua essenzialità. Così mi diverto ad elaborare un’ immagine da condividere.
Qui una personalissima traduzione del capitolo 47:
Senza uscire dalla porta
Conosco il mondo,
Senza guardare dalla finestra
Scorgo la via el cielo.
Più lontano vado meno conosco.
Per questo il saggio
Senza viaggiare conosce,
senza vedere distingue,
Senza agire completa.
Dao De Jing 47
不出户,知天下;
不窥牖,见天道。
其出弥远,其知弥少。
是以圣人 不行而知,
不见而名,不为而成。
Affascinante che in alcuni testi la frase bùjiàn ér míng
不见而名 “senza vedere distingue” (l’ultimo carattere è il Nome Ming, con cui si distinguono le cose) è tramandata anche con 不见而明 di uguale pronuncia, ma con il Ming finale che significa luminosità, comprensione. Così la traduzione diventa: “senza vedere s’illumina”.
Come un cieco che proprio perché non vede la Luce, ne coglie l’essenza.
Bellissimo.
Buon andare dentro a tutti
1f642Happy
Comments

EUGLENOIDS


Trasformano energia dalla luce con la clorofilla, ma sono invisibili ad occhio nudo. A differenza dei vegetali che normalmente percepiamo, le Euglene si spostano, anche molto vivacemente, tramite un flagello natante. Possiedono uno stigma, una macchia rossa che le rende sensibili alla intensità e direzione della luce. Possono passare dallo stadio palmelloide, circolare e perfettamente immobile, a quello mobile, a seconda delle condizioni ambientali. Molte specie in assenza prolungata di luce di luce possono fagocitare e predare altri organismi passando dalla condizione autotrofa-vegetale a quella eterotrofa-animale. Le Euglene sembrano molto hippy: se si può vivere di luce perché faticare per andare a caccia? Ma quando tocca... Le Euglene sono composte da una sola cellula. La nostra condizione di mammiferi di medie dimensioni ci fa considerare importante solo ciò che facilmente percepiamo. Normalmente siamo inconsapevoli dell’immensa quantità di vita che ci circonda, ma che sfugge al range dei nostri sensi. Un microscopio, un telescopio, un erbario, possono avere la stessa importanza, per un giovane, dell’educazione umanistica, dell’educazione sentimentale o della pratica della meditazione. Strumenti che ci aiutano ad essere ospiti migliori di questo pianeta, perché si difende solo ciò che si conosce. (Immagini ottenute con microscopio Zeiss Axio) Dante Basili Arpa
Luca Michelacci Darbouka

Comments

L'Infinito accanto a noi


E’ un piccolo organismo che si nutre di batteri.
Il suo corpo è ricoperto di migliaia di “cilia” il cui movimento sincronizzato permette il moto in tutte le direzioni, anche la retromarcia. Alcune di queste cilia hanno una funzione puramente tattile, per interagire con l’ambiente esterno, altre come quelle intorno al “citostoma” la bocca, hanno la funzione di introdurre il cibo creando correnti e vortici. E’ dotato di “tricocisti”, arpioni che possono essere proiettati a scopo di difesa, ma anche per ancorarsi su di un substrato. Si riproduce sia sessualmente che per divisione (moltiplicando se stesso). La riproduzione sessuale avviene coniugando le due cavità orali (come un bacio) come nell’ultima immagine del video. Se si impedisce a Paramecium di “coniugarsi” si può moltiplicare solo per circa 350 volte e poi si estingue. Tanta complessità in un organismo invisibile ad occhio nudo, che è composto da una “sola cellula”! I Parameci di questo video vivono sotto un vaso di fiori, nella palestra dove quotidianamente faccio allenamento. Non c’è bisogno di andare lontano per percepire la meraviglia della Vita. Ingrandimenti di 100x 200x e 400x con Zeiss Axioskop

Comments

LE PIANTE CHE NON SI VEDONO



Cymbella 100xc
LE PIANTE CHE NON SI VEDONO Oggi avevo bisogno della mia dose di meraviglia. Così sono sceso al torrente e in una pozza d’acqua, da sopra la superficie di un sasso immerso ho prelevato un frammento di quello che sembra solo una poltiglia marrone. Quindi arrivato a casa ho messo un frammento del frammento di questa poltiglia sopra un vetrino e l’ho guardato al microscopio. Sapevo quello che avrei trovato, perché amo guardarle fin da bambino: colonie di migliaia di diatomee, piante composte da una sola cellula, avvolte in una meravigliosa struttura di silicio. Le diatomee si costruiscono una casa di quarzo, diversa da specie a specie. Quelle di oggi che ho sotto gli occhi sono per la maggior parte anche mobili e si spostano lentamente alla ricerca delle miglior condizioni ambientali e di luce. Quel pallino verde che invece vedete vorticare velocemente è un flagellato, non ha nessuna teca di cristallo e si sposta battendo nell’acqua due flagelli, a livello evolutivo è più antico delle diatomee, ma anche lui è un vegetale, si nutre di luce e si sposta per cercare le migliori condizioni. Ho fatto qualche ripresa video poi ho messo il vetrino in una capsula Petri umidificata in modo che questi organismi possano vivere indefinitamente, compiranno i loro cicli vitali nel loro micromondo e non voglio ucciderli per il mio desiderio di guardali. Così fra del tempo potrò guardarli ancora ed ancora, e scoprire cosa cambia nel loro Universo, nella piccola goccia d’acqua. La Vita è molto più di quello che percepiamo, per questo è importante proteggerla a priori. Si chiama “principio di precauzione” : difendo la Natura e l’Ambiente perché neppure posso immaginare la sua complessità e vastità. Posso solo meravigliarmi.

(nella foto diatomea Cymbella 1000x immersione in olio Zeiss Axioskop)
Comments

Sho Bo 36 Tecniche


Un omaggio al mio Maestro Yuan Zumou. Con gratitudine. Questo vecchio video è stato molto amato dalla comunità di praticanti di Shou Bo. Oggi lo ripubblico in una migliore definizione con i caratteri cinesi classici (non semplificati) di ogni tecnica.

Comments

UNDICI ANNI


UNDICI ANNI 1f642 In tutti questi anni i video caricati sul canale sono diverse centinaia. In questo speciale ho inserito nella descrizione i link di tutte le playlist per poter trovare facilmente i contenuti. Palmo e Pugno e buona pratica.

Comments

LA TRISTEZZA DEL POLMONE

Tristezza polmone

LA TRISTEZZA DEL POLMONE

“OMBRA

Ti ascolto sorella, che sempre mi accompagni, ferita, delusa, impaurita.

Ti abbraccio senza crederti fino in fondo, tu esisti perché c'è il Sole ed io lo sento, lo nutro in me e intorno a me... con te. “

Marina Coppa

“In MTC vi sono alcuni aspetti interessanti che possono essere di riferimento. Chi percepisce il mondo (e se stesso) totalmente senza Ombre, in una condizione di "beatitudine" è, in Medicina Cinese, in uno squilibrio di "vuoto di Polmone". Cioè in una condizione di "morto da vivo" con la difficoltà di percepire e prevenire eventuali pericoli, altrimenti facilmente percepibili.

Una assenza di Tristezza.

Al contrario chi vede tutto come Ombre, sia all'esterno che all'interno, è in una condizione di "pieno di Polmone". Anche esso è in una condizione di "morto da vivo" perché il cinismo, l'autoreferenza e la demotivazione congelano la sua vitalità.

Un eccesso di Tristezza.

Chi invece ha una energia Metallo/Polmone in Armonia, equilibrata, sperimenta la "sana" Tristezza di chi convive con la propria Ombra. La tristezza di chi è consapevole dei propri limiti, ma anche della propria bellezza, unicità e potenzialità.

La tristezza/poesia dell'esistenza.

Interessante come in occidente sia di immediata comprensione il Pieno di Polmone, equiparandolo alla Depressione (melancolia direbbero gli antichi) mentre il Vuoto di Polmone con la sua Beatitudine non sempre è percepito come uno squilibrio, bensì una qualità. Non a caso definiamo i nostri Santi come "Beati". L'equilibrio di Polmone/Metallo infine potrebbe essere equiparato al vero Filosofo per il quale la "sana tristezza" è un concetto familiare.”

Dante Basili

Insufficienza Polmone: Beatitudine, assenza di tristezza.

Armonia Polmone: Tristezza

Eccesso Polmone: Melancolia, troppa tristezza.

Materiale tratto da “Il Kit delle Emozioni” ciclo di seminari tenuti da Marina Coppa e Dante Basili sulle Quindici Emozioni della MTC.
Comments

EGO ECO

Ego Eco

Il passaggio da una visione gerarchica, lineare e "appuntita" ad una visione d'insieme, circolare ed "accogliente" è indispensabile per la nascita di una nuova umanità. Fra amici chiamiamo questa specie Homo Umilis, in contrapposizione a Homo Sapiens che è un appellativo decisamente prematuro. La conoscenza, temperata dall'umiltà e dalla poesia, sarà un punto fermo da cui ricominciare Happy
Comments

IL POZZO, LE CITTA' E LA VAGINA

Jing

IL POZZO, LE CITTA' E LA VAGINA
Nella simbologia cinese
Jing, il Pozzo, ha una forte connotazione femminile.
Il settimo giorno della settima luna (mese) si ripulivano i pozzi ed era anche il giorno della Festa delle Fanciulle e della ricongiunzione degli Amanti Celesti. In quel giorno la Tessitrice del Cielo si ricongiungeva con il suo Pastore. Nella letteratura erotica Jing, Pozzo, indicava la vagina.
Nello Yi Jing, il Classico delle Mutazioni, Pozzo è l’esagramma 48. Di seguito il suo Testo e L’Immagine.

Il Testo:
改邑不改井 Gǎi yì bù gǎijǐng
CAMBIANO LE CITTA’ MA NON CAMBIANO I POZZI
無喪無得 Wú sàng wú dé
NON DIMINUISCE E NON AUMENTA (l’acqua nei pozzi con una buona falda)
往來井井 Wǎnglái jǐng jǐng
VANNO E VENGONO E ATTINGONO AL POZZO
汔至亦未繘井羸其瓶凶 Qì zhì yì wèi yù jǐng léi qí píng xiōng
SE UNO SCENDE QUASI FINO ALL’ACQUA E LA CORDA NON VA FINO IN FONDO O IL SECCHIO SI ROMPE PORTA SFORTUNA.

L’Immagine:
木上有水井 Mù shàng yǒu shuǐjǐng
IL LEGNO CON SOPRA L’ACQUA: IL POZZO
君子以勞民勸相 Jūnzǐ yǐ láo mín quàn xiāng
COSI’ L’UOMO SUPERIORE AIUTA IL POPOLO IN DIFFICOLTA’ ED ESORTA AD AIUTARSI RECIPROCAMENTE

Questo “testo” sapienziale mette l'accento su di un particolare aspetto del pozzo: a differenza delle città, che possono essere costruite dove vogliamo i pozzi possono essere costruiti solo dove vi è una vena d'acqua. E già questo da una forte risposta alle nostre domande: quello che cerchiamo lo possiamo sì trovare-cogliere-realizzare, ma solo dove è già presente (in sostanza o in latenza). In altre parole: prendendoci cura di un melo possiamo aspettarci con gratitudine delle mele, ma se ci aspettiamo delle pere rimarremo delusi. "Bussate e vi sarà aperto" ma solo se bussiamo ad un porta, se bussiamo invece ad un muro sarà difficile e forse anche pretenzioso aspettarsi che si apra.
Questo pozzo, continua l’Yi Jing, ha un'acqua che non si esaurisce, che nonostante l’uso non diminuisce e non aumenta (quello che cerchiamo è un equilibrio dinamico e non un raggiungimento statico) nonostante siano molti quelli che vanno e vengono per attingervi acqua. Purtroppo, continua il testo, anche quando si attinge ad un buon pozzo (che quindi è costruito su di una "vera" vena acquifera) non è detto che si riesca a coglierne l'acqua: la corda può essere troppo corta o si può rompere il secchio! Pur cercando qualcosa dove effettivamente possiamo trovarlo può non esserci la fermezza (corda) o struttura (secchio) per realizzarlo. E questa, conclude Yi Jing è sfortuna.
Si riferisce probabilmente al sapore amaro di chi è vicino alla meta, ma non vi arriva. Una delle principali sofferenze umane: non sbagliare la strada, ma essere sulla strada giusta e non arrivare mai a destinazione. Sintetizzando: quello che cerchiamo si può trovare in grande quantità, ma solo dove è effettivamente disponibile e, per poi viverlo, richiede un po' di fermezza e stabilità.
Infine l’ ”immagine” ci ricorda che l’Uomo Superiore è come un pozzo che disseta e sostiene gli altri nel loro lavoro, nelle loro difficolta e sofferenze, senza per questo svuotarsi o esaurirsi. Allo stesso tempo li esorta a non dipendere da lui, ma ad essere mutuo sostegno l’uno dell’altro.

IL POZZO
Ricordi che hai sete?
Sovente lo dimenticherai
e infine un giorno
dopo vorticoso errare
il Pozzo troverai.

Ed ora orsù
non lasciarti scoraggiare
trova la tua fune
e il secchio
per poterti dissetare.

Occhi e Orecchie
potrai lavare
e con rinnovata voce
forte e soave
la Vita cantare.

Calligrafia: Min Hua Lin
Commento: Dante Basili
Poesia: Marina Coppa
Tratto dal materiale didattico di LI SHU Calligrafia Cinese per praticanti di Arti Marziali, Qi Gong e Meditazione.
Comments

Il Kung Fu non tradirà



Kungfu Zumou

功夫不负有心人 gong fu bu fu you xin ren "Il Kung fu non tradirà mai il cuore dell'uomo". Gli sforzi fatti (gong fu) non tradiscono mai (bu fu) le persone che hanno buone intenzioni (you xin ren). In senso taoista può essere interpretato come: "L'impegno di chi si prende cura delle persone viene sempre ricompensato" o come è scritto nel Dao De Jing: "Il Cielo sostiene chi ha compassione". Nel buddhismo il vero coraggio è radicato nell'amore, o nella compassione, nel senso profondo che si da a questo termine e, viceversa, per amare ci vuole coraggio: per essere veri pacifisti ci vuole un cuore da leone. Ma per fortuna... il Cielo aiuta!
Calligrafia del M° Yuan Zumou

Comments

Video Didattici



VIDEO DIDATTICI
DELLA SCUOLA TIANDIHE



Finalmente il video didattico di Bastone Shaolin in coppia, realizzato insieme al M°Murru Delio. Un condensato dei nostri trenta anni di studio e perfezionamento di questa sequenza che abbiamo studiato al tempio di Shaolin nel 1988. Allora veniva insegnata insieme alla Taolu “Shaolin Yin Shougun” bastone di Shaolin con le mani tenute ad Yin; allo scopo di tramandare oltre alle tecniche anche i principi applicativi del bastone. Oggi sembra che venga insegnata solo la Taolu senza la sequenza in coppia. Riteniamo quindi si tratti di una gemma preziosa e rara, dello Shaolin e di tutto il Gongfu.



Dal 2009 documento su YouTube i seminari e gli eventi della scuola Tiandihe con video sintetici e rappresentativi.
In archivio sono rimaste anche le riprese integrali di alcuni eventi, come ad esempio il il seminario di TANG LANG 14 Pugni, Cremona (con il M° Stefano Danesi) Giugno 2016; Il Seminario di TAIJI CHEN TUI SHOU I° Tui Shou tipici dello stile Chen - Aprile 2016, Il seminario di MCC La Moxa Novembre 2016 e l’evento SHOUBO E TAIJI IV° PARIGI Quarto incontro Internazionale di Parigi Dicembre 2014.

Per ricevere la lista completa del materiale in archivio scrivetemi
M° Dante Basili dante.basili@gmail.com

Comments

La Vita sulla Terra


Food chain
"La luce solare è la sorgente primaria di tutta l'energia biologica. Le piante ricaricano la molla della vita producendo materiali nutritivi non solo per se stesse, ma anche per tutti gli altri organismi che vivono sulla terra. Gli animali si procurano la loro energia di seconda mano, mangiando le piante, oppure di terza, mangiando altri animali. Infine organismi quali funghi e batteri completano il ciclo nutrendosi dell'energia immagazzinata nelle grandi molecole organiche delle piante a animali morti.
Il pianeta Terra può mantenere la vita solo finché continua a ricevere energia solare."
E.O.Wilson

Ci feci un indovinello tempo fa. Wilson spiega questa meraviglia come solo lui sa fare.
Dante Basili
Comments

Cantato e Parlato




"Se è vero che le prime forme di linguaggio consistevano essenzialmente di note, capirete perchè, per gli uomini primitivi, capire la musica rappresentava un enorme vantaggio evolutivo."
Victor Grauer- Genetista e musicologo
Comments

Luce e Tenebra




Con il bellissimo controller costruito dal liutaio Turoni Marcello. Non solo sensibile al tatto, come in questo caso, ma anche alle frequenze luminose. bellissimo lasciarlo sul tavolo e farlo suonare da un raggio di Sole che passa dalla finestra. Minime fluttuazioni, impercettibili agli occhi, generano diverse note. Se poi passa una nuvola...
Comments